Fitotoponimi: aghifoglie.

Toponomastica italiana


Il termine aghifoglie designa genericamente l'insieme degli alberi con foglie strette e sottili. Solitamente le foglie di questi alberi si rinnovano continuamente nel corso dell'anno e sono presenti anche nel corso dell'inverno.

I nomi delle aghifoglie più diffuse sul territorio italiano derivano di norma da Latino classico, ma hanno origini più antiche risalenti alle prime fasi della colonizzazione indoeuropea o, come nel caso di cipresso, allo strato mediterraneo.

Alcuni di questi nomi, come quelli in *corb- / *crov e *mel-, non sono stati acquisiti dal Latino e appaiono solo in lingue o dialetti romanzi.

Nel seguito i riferimenti alle radici indoeuropee rimandano a Indogermanisches etymologisches Wörterbuch di J. Pokorny, citato come IEW, in cui sono disponibili molti esempi e trascrizioni fonetiche più accurate.

Cliccando sui nomi su sfondo giallo si ottiene la rappresentazione Googlemaps del luogo corrispondente.


  1. abete

    Radice indoeuropea *seip / *seib = versare, scorrere, sgocciolare (IEW 894).
    Inglese sap = linfa.
    Tedesco saft = succo.
    Protoitalico *[s]apt = abete (albero che trasuda resina).
    Latino abies-abetis = abete.

    Esempi


  2. cipresso

    Greco kyparissos = cipresso. Parola di etimo non indoeuropeo probabilmente affine a quello del termine ebraico gopher con cui nella Bibbia si denomina il legno con cui fu costruita l'arca di Noè.
    Latino cupressus / *cipressus = cipresso; cupressetum = cipresseto.

    Esempi


  3. corb / corv / crov / crop

    Radice indoeuropea *kerp = strappare, cogliere, tagliare (IEW 938-947).
    Radice protoceltica *krop = conifera.
    Dialetti alpini crovo = abete.
    Siciliano cropanu = abete.

    I fitonimi derivanti da questa radice probabilmente hanno preceduto altri relativi ad abete o conifere in genere e ne sono stati soppiantati rimanendo relegati alle zone più isolate.

    Esempi


  4. das

    Radice indoeuropea *dens = fitto, denso (IEW 202-203).
    Greco dasys = fitto, boscoso.
    Latino densus = denso, fitto, folto.
    Base celtica *dasia / *dagla = conifera.

    Esempi


  5. larice

    Radice indoeuropea *deru / *dreu / *dru = albero (IEW 214-217).
    Greco larix-larikos = larice.
    Latino larix-laricis = larice.
    Tedesco lärche = larice.
    Inglese larch = larice.

    Esempi


  6. mélèze

    Radice indoeuropea *meli-t = miele (IEW 723-724).
    Base celtica *melik / *melatia = larice.
    Latino medioevale meleze / mizela (Du Cange).
    Francese mélèze.
    Piemonte malozo / melezzo / miezzo / merze = larice.

    Esempi


  7. peccio / pezzo

    Radice indoeuropea *pei / *pi = grasso , latte (IEW 793-794).
    Protoitalico *peik / *pik = resina.
    Latino pix-picis = pece, resina; picea = abete rosso (albero che emette resina).

    Esempi


  8. pino

    Radice indoeuropea *pei / *pi = grasso , latte (IEW 793-794).
    Indiano antico pitus = succo, linfa.
    Latino pituita = muco; pinus = pino (albero che trasuda resina); pinea = pigna, *pinetarium = pineta.
    Latino medioevale pineta / peneta / pinoletum = pineta (Du Cange); pinulus / pigulus = pineta.

    Esempi


  9. sapin

    Radice indoeuropea *seip / *seib = versare, scorrere, sgocciolare (IEW 894).
    Basco sapar = leccio.
    Spagnolo chaparro = leccio.
    Inglese sap = linfa.
    Tedesco saft = succo.
    Celtico *sapo = abete (albero che trasuda resina).
    Latino sappinus o sappinea = abete (probabile fusione *sapo+pinus).
    Francese sapin = abete.
    Lat. medioevale sapus / sappus / sapinus = abete (Du Cange).

    Esempi