Fitotoponimi: latifoglie.

Toponomastica italiana


Il termine latifoglie designa genericamente l'insieme degli alberi a foglia larga. Solitamente le foglie di questi alberi sono decidue, cioè spuntano a primavera e cadono in autunno.

I nomi delle latifoglie più diffuse sul territorio italiano derivano di norma da Latino classico, ma sono presenti anche nomi di derivazione greca, celtica, araba o germanica che sono stati latinizzati in Italia, Francia o Spagna nel corso del Medio Evo.

Per alcuni di questi nomi non si riscontra una radice indoeuropea probabilmente perché le rispettive specie hanno colonizzato la penisola prima dell'arrivo di stirpi indoeuropee.

Nel seguito i riferimenti alle radici indoeuropee rimandano a Indogermanisches etymologisches Wörterbuch di J. Pokorny, citato come IEW, in cui sono disponibili molti esempi e trascrizioni fonetiche più accurate.

Cliccando sui nomi su sfondo giallo si ottiene la rappresentazione Googlemaps del luogo corrispondente.


  1. albano / albaro

    Radice indoeuropea *albho = bianco (IEW 30-31).
    Latino albulus / albanus / albara = pioppo bianco.
    Lat. medioevale alba / albarus = pioppo bianco ('populus alba, seu tremula': Du Cange).
    Sardo linnalvu / linnarbu = pioppo bianco.

    Esempi


  2. acacia

    Radice indoeuropea *ak = aguzzo, punta (IEW 18-22) .
    Greco akakia = acacia.
    Latino acacia = acacia: nome di varie specie di flora mediterranea.
    Dial. cassia / gaggia / gasia / gazza.
    Ligure agaixu e Sardo ghjaccia / giacciu / ajaccia / ajacciu = ginepro rosso.

    Esempi


  3. aliso

    Radice indoeuropea *el / *ol = rosso, bruno (IEW 302-304).
    Protoitalico *alznos; Latino alnus = alno o ontano.
    Base celtica *alisa = ontano, salice.
    Spagnolo aliso = ontano.
    Dial. alpini velese = ontano verde (Woerterbuchnetz).

    Esempi


  4. alloro / lauro

    Possibile radice preindoeuropea *dakw[n] = alloro.
    Greco laphne / daphne = alloro.
    Latino laurus = lauro / alloro.

    Esempi


  5. alno / ontano

    Radice indoeuropea *el / *ol = rosso, bruno (IEW 302-304).
    Protoitalico *alznos.
    Latino alnus = alno o ontano.
    Lat. medioevale arnus = alnus e alneta / alnidus / alneus / alnius / arnarium / aunierum / alneium / anetum / anetus / anhetum = alnetum: 'locus ubi crescunt alni' (Du Cange). Documentato anche alnatum.
    Ontano: da un congetturato *alnetanus (da cui anche il ligure agnudan).
    Dialettale lombardo onèss / oenèss.
    Ladino auno / auniz.
    Sardo alnu / alinu / alzu / alsu / arisu / arimu = ontano.

    Esempi


  6. atinia

    Radice IE *at / *atnos = andare, durare, anno (IEW 69).
    Latino atinia, specie di olmo (Plinio, Columella).
    La voce, dall'area di diffusione toponomastica, appare riferibile al sostrato protoceltico, forse con il senso iniziale di pianta con foglie di durata annuale.

    Esempi


  7. betulla

    Radice indoeuropea gwet = resina (IEW 480).
    Antico indiano jatu = lacca, gomma.
    Base celtica *betia / *betua / *betla / *beula = betulla.
    Latino bitumen = bitume; betula = betulla.
    Lat. medioevale betia / becia / vetolia / biolla / bolum = betulla (Du Cange); boleria / bolleria / booleyum = bosco di betulle (Du Cange).
    Francese bouleaux = betulla.

    Esempi


  8. birke

    Radice indoeuropea bherəg / bhreg = bianco, chiaro (IEW 139-140).
    Base germanica *berko = betulla.
    Tedesco birke, Inglese birch = betulla.
    Basso Latino e dialettale birca = betulla.

    Esempi


  9. bosso

    Radice indoeuropea *beu / *bheu = crescere, espandersi (IEW 98-102).
    Latino buxus = bosso; buxetum = luogo con piante di bosso.
    Lat. medioevale buxa / buxeria = luogo con piante di bosso; bouceya / bouchellus = siepe, recinto (Du Cange).
    Siciliano busciuni = bosso.

    Esempi


  10. brillo

    Radice IE *gweru = germogliare, fiorire (IEW 479).
    Greco bryo = fiorisco; bryon = infiorescenza.
    Greco bizantino bryllon / broullon = salice rosso (Salix purpurea).
    Lat. medioevale brillum = salice rosso.
    Dialetti sett. bril / brel = salice rosso

    Esempi


  11. carpino / charme

    Radice indoeuropea *ker = strappare, cogliere, brucare (IEW 938-947).
    Latino (di probabile derivazione celtica) carpinus = carpino, albero di alto fusto della famiglia delle betulacee.
    Lat. medioevale carpenus.
    Latino medioevale carmus / charmus / charmen / charmenus = carpino.
    Francese charme = carpino.

    Esempi


  12. cerro

    Radice indoeuropea *ker = tagliare (IEW 938-947).
    Greco keirein = tagliare, cogliere, brucare.
    Latino cerrus = cerro, tipo di quercia.
    Dialettale cariglio / gariglio.

    Esempi


  13. chêne

    Radice preindoeuropea di probabile origine mediterranea *kass / *kast = grande albero.
    Kastanaia: città in Asia Minore; Kastnion: monte in Panfilia.
    Base celtica *kassanos / *kassino = quercia.
    Lat. medioevale casnus / chaisnus / chesnus = quercia; chesneia = querceto (Du Cange).
    Francese chêne.

    Esempi


  14. das

    Radice indoeuropea *dens = fitto, denso (IEW 202-203).
    Greco dasys = fitto, boscoso.
    Latino densus = denso, fitto, folto.
    Base celtica *dasia / *dagla = conifera.

    Esempi


  15. ebbio

    Radice indoeuropea *ereb[h] / *orob[h] = colore scuro (IEW 334).
    Base celtica *eburos = tasso.
    Latino ebulus = ebbio (Sambucus ebulus): specie di sambuco.
    Dialettali egano, egolo, diegol, gegol, jevoli (Pellegrini).

    Esempi


  16. elm

    Radice indoeuropea *elei = piegarsi (IEW 307-309).
    Base celtica *lemos = olmo.
    Tedesco ulme = olmo.
    Inglese elm = olmo.

    Esempi


  17. faggio

    Base indoeuropea *bhagos = faggio (IEW 107-108).
    Greco phegòs / phagòs = .
    Latino fagus = faggio; *fagin[e]us = di faggio.
    Celtico *bagos / *baga.
    Latino madioevale faguus = faggio; fagia / faus / fania / faia / faiellum / fagium / fagetum / fagilum / faginula = faggeta; fagina / faginea / faginus = ghianda di faggio (Du Cange).

    Esempi


  18. farnia / frassino

    Radice indoeuropea bherəg / bhreg = bianco, chiaro (IEW 139-140).
    Latino farnus = farnia (Quercus robur); fraxinus = frassino (Fraxinus excelsior).
    Lat. medioevale frassinus / fraicinus / fraysis / frayre / freyno / freneus = frassino; fraxineia / frasnea / frasneia / fraxinata / frayneta / frayssineda = frassineto (Du Cange).
    Francese frêne = frassino.

    Esempi


  19. gorra

    Base IE *ger = piegarsi (IEW 385-390).
    Base celto-ligure *worra / *worrike = salice.
    Latino medioevale gorra / gurra = salice; gorretus / goretus = saliceto ('ager viminibus consitus': Du Cange).
    Dialetti settentrionali gorra = salice.

    Esempi


  20. hêtre

    Radici indoeuropee *kai = caldo (IRW 519)+*deru / *dreu / *dru = albero (IEW 214-217).
    Base germanica *haistr = faggio.
    Lat. medioevale hastra / haistria = faggio (Du Cange).
    Francese hêtre = faggio.

    Esempi


  21. ischio

    Radice indoeuropea *aig = quercia (IEW 13).
    Tedesco eiche = quercia.
    Inglese oak = quercia.
    Latino aesculus = ischio, tipo di quercia.
    aesculetum: bosco di ischi.
    Lat. medioeavale iscla / iscol / hisclum / laiscum = ischio; aescedum = ischieto (Du Cange).

    Esempi


  22. ivos (tasso)

    Radice indoeuropea *iuo = tasso (IEW 297-298).
    Protogermanico *ihwaz = tasso.
    Base celtica *ivos = tasso (Taxus baccata, albero).
    Lat. medioevale ivos / ippus = tasso (Du Cange).
    Francese if; Tedesco Eibe; Inglese yew.
    Dialettale libo.

    Esempi


  23. leccio

    Radice protoindoeuropea *[k]seulo = palo, tronco, legno.
    Greco xylon = legno; hyle = selva.
    Latino silva = selva.
    Latino ilex-ilicis = leccio.
    ilicetum, *ilicaria = bosco di lecci.
    Lat. medioevale licius = leccio; illetus = ilicetum (Du Cange).
    Sardo ilixi / élighe / ìlighe / landélighe / éliche / ìliche / ìligi / igili / ìxibi / ìxugiu / ixi / igivì / érigga / érigghi / lìccia / liza = leccio; littu = bosco.

    Esempi


  24. olmo

    Radice indoeuropea *el / *ol = rosso, bruno (IEW 302-304).
    Latino ulmus = olmo; ulmetum / ulmarium = olmeto.
    Lat. medioevale ulmetellus / omellus = olmo e ulmeta / ulmeya / ulmicio / ormaria / omen = olmeta ('Locus ulmis consitus': Du Cange).

    Esempi


  25. oppio

    Base indoeuropea *ak / *ok = acuto, acuminato (IEW 18-22).
    Base celtica *opolos = acero.
    Latino opulus (dim. *opiculus) = oppio o loppio, specie di acero.
    Lat. medioevale oplus / oppius / hopla (Du Cange).

    Esempi


  26. orno

    Radice indoeuropea *os / *osen = frassino (IEW 782).
    Tedesco Esche = frassino.
    Inglese ash = frassino.
    Latino ornus = orno, specie di frassino.

    Esempi


  27. osera

    Radice indoeuropea *el / *ol = rosso, bruno (IEW 302-304).
    Base celtica *alisa = salice, ontano.
    Latino medioevale auseria / oseria / ozeria / osella / osereia / oseraria / oseretum / ozillium / ozillarium = salice (Du Cange).
    Francese osier = salice, vimine

    Esempi


  28. pioppo / topol

    Possibili basi indoeuropee *pa-bhel da *pa = nutrire (IEW 787) e *bhel = foglia (IEW 122) o *ta-bhel da *ta = disperdere (IEW 1053-1054) e *bhel = foglia.
    Latino populus = pioppo; populetum = pioppeto.
    Slavo topol = pioppo.
    Veneto talpon = pioppo.
    Nomi dialettali del pioppo nero: Pibula (Liguria), Pobia (Piemonte), Pobbia nera, Alnia (Lombardia), Bdolla, Fiopa (Emilia), Populo nero, Oppio da pali (Toscana), Bidollo (Marche), Albuccio (Lazio), Chippe (Abruzzo), Chioppa, Cuduli bianchi (Campania), Zizuigo (Puglia), Chiupparella (Basilicata), Aggiocu, Candelise (Calabria), Arvanu, Arbaneddu niuru (Sicilia), Fustialvu nieddu, Linnarbu / Linnalvu (Sardegna), talponedo, talponada, talponera (Veneto).

    Esempi


  29. prinus

    Radice indoeuropea *bhrendh = crescere, germogliare (IEW 167-168).
    Celtico *prenno / *pranno = leccio.
    Greco prinos = leccio.
    Latino prinus = leccio; *prinetum = lecceto.

    Esempi


  30. quercia

    Base indoeuropea *perkwus = albero (IEW 822-823).
    Latino quercus = quercia; quercetum / querquetum = querceto.
    Sardo chercu / creccu = quercia.
    Altri nomi locali: querza, serque, cerciola, cercoa, cerca, cerza, cersa.

    Esempi


  31. rovere

    Radice indoeuropea *reudh = rosso (IEW 872-873).
    Greco erithros = rosso.
    Latino ruber / rubrus = rosso; robur = legno rossastro, quercia.
    Lat. medioevale robor / ruvor / rover / roves / rovis / rova = rovere; roveretum / rovoria = bosco di roveri.
    Nomi locali: ruvia, ruer, ruora, rugola, roul, rover, rovero, roaro, rovra, arruola, rovitale, ruvolo, ruvalu, orroli.
    Sardo orròele / arròele / arroli / orroli / arróili / orróali / arroali / arroi / orroi / rùaru / rùara = rovere

    Esempi


  32. salice

    Radice protoindoeuropea *salək = grigio sporco, sale, saliva , salice.
    Latino salix-salicis = salice; salictum / *salicarius = saliceto.
    Base celtica saliko / saligo = salice.
    Lat. medioevale salicus / salicia / salicium / salicetum / salexetum / salectum / saucetum / sauzetum / salicata / salcida / salceda / salnaria / salnia / salceia / saucea / saucia / salceium / saucheia / sauzaium / sauleia / saulia / salatum / salata = saliceto (Du Cange).
    Sardo sàlighe / àlighe / sàliche / sàbixi / sàighi / sàxibi / sàlixi / sàxili / sàgili / àxili / àxibi / axi / àlixi = salice.

    Esempi


  33. sughera

    Radice indoeuropea suihg = tacere (IEW 1052).
    Greco sige = silenzio.
    Latino suber / suberies = sughera, quercia da sughero: non danneggiato dalla decorticazione.
    Lat. medioevale subaritum = sughereto (Du Cange).
    Sardo suru / sùaru / suberju / subergiu / suberzu / suergiu / suerzu / suegliu / suerju / urtigu / orticu / ortigru / ortigu / ostricu = sughera.

    Esempi


  34. tasso

    Radice indoeuropea tekw = correre, scorrere, essere elastico (IEW 1059-1060).
    Greco toxon = arco.
    Latino taxus = tasso (Taxus baccata): albero.
    Dialettale nasso.

    Esempi


  35. tiglio

    Radice indoeuropea *ptel[e]ia = latifoglia (IEW 847).
    Greco ptelea = olmo.
    Latino tilia = tiglio.
    Lat. medioevale tilea / tilium / tilliolus = tiglio; tilletum = tiglieto (Du Cange).

    Esempi


  36. verga

    Radice indoeuropea *uerg = piegarsi, contorcersi (IEW 1154).
    Latino virga = salice rosso o salicella; virgetum = saliceto.
    Lat. medioevale virgarium / virgareum / virgaretum = saliceto.
    Per M. Pittau è ipotizzabile una base *berca / *birca del sostrato mediterraneo comune al Latino e al Sardo.

    Esempi


  37. verna

    Radice indoeuropea uer-[e]na = ontano, pioppo (IEW 1169).
    Base celtica *verna = ontano.
    Latino medioevale vernha / vernia / vergna / vernus / verniaria / vernaria / vernetum / verneda / vernagium / verniacum = bosco di ontani ('Idem quod Vernetum, Alnetum': Du Cange).

    Esempi


  38. vinco

    Radice indoeuropea *ueik = piegarsi, ripiegarsi (IEW 1130-1131).
    Latino vincio = mi piego, avvolgo, lego; vincium / vinculum = legaccio, vincolo; *vincus = vinco.
    Latino medioevale venghus / vingareum / vinterium = zona di salici o altra vegetazione ('ager viminibus vel arboribus consitus': Du Cange).
    Ital. vinco = specie di salice (Salix viminalis); vincheto = luogo fitto di vinci.

    Esempi


  39. vitice, vimine

    Radice indoeuropea *uei / *ui = flettere, piegare (IEW 1120-1122).
    Latino vimen-viminis / vitex-viticis / *vitrex-vitricis = vetrice o vimine: tipo di salice.
    Sardo vitichinzu / vidighinzu / bidighinzu / bidrighinzu / pilighinzu / firighinzu = vitalba.

    Esempi