Fitotoponimi: legumi.

Toponomastica italiana

Luoghi d'Italia


Nel seguito i riferimenti alle radici indoeuropee rimandano a Indogermanisches etymologisches Wörterbuch di J. Pokorny, citato come IEW, in cui sono disponibili molti esempi e trascrizioni fonetiche più accurate.

Cliccando sui nomi su sfondo giallo si ottiene la rappresentazione Googlemaps del luogo corrispondente.


  1. cicer

    Base indoeuropea *kiker = pisello (IEW 598).
    Latino cicer-ciceris = cece; cicerula = cicerchia: varietà di ceci.

    Esempi:


  2. dolichus

    Radice IE *del = lungo (IEW 196-197).
    Greco dolichos, Latino dolichus = specie di fava (Vicia faba equina).

    Esempi:


  3. ervum

    Greco òrobos e Latino ervum = ervo, specie di legume da cui ervilia, altra specie di legume.
    La radice dei termini greco e latino non è indoeuropea.
    Latino medioevale aerum / robelia (Du Cange).

    Esempi:


  4. faba

    Base indoeuropea *bhabha = legume (IEW 106).
    Greco phaba = fava.
    Latino faba / fabus / fabulus = fava; *fabuletum = campo di fave.
    Lat. medioevale fabalia / fabaria / favaria / fabare = campo di fave (Du Cange).

    Esempi:


  5. kharrub

    Base araba kharrub = siliqua, baccello.
    Lat. medioevale garrofa = carruba ('Siliqua edulis': Du Cange).

    Esempi:


  6. lupinus

    Radice IE *sleub = viscido, scivoloso (IEW 963-964).
    Latino lubricus = viscido, scivoloso; lupinus = lupino: legume.

    Esempi:


  7. siliqua

    Latino siliqua = baccello di legume e genericamente legume.
    Parola non riconducibile a radice indoeuropea e di probabile substrato mediterraneo.
    Sardo silicua / tilippa / tilibba = anagiride o laburno fetido.

    Esempi: