Le acque. Il substrato indoeuropeo prelatino.

Toponomastica italiana

Luoghi d'Italia


Le radici di molti idronimi risultano diffuse in tutta le aree europee in cui erano diffuse popolazioni protoceltiche (Iberi, Liguri, Euganei), venetiche, celtiche o italiche prima di essere compresse da successive immigrazioni germaniche o slave, per cui appare ragionevole ipotizzare un'origine indoeuropea del loro nome. Tuttavia le comuni origini indoeuropee rendono spesso difficile assegnarle all'uno o all'altro ceppo linguistico. Nell'elenco seguente si riportano le principali radici idronimiche indoeuropee seguite, quando possibile, dalle basi greche, latine o celtiche ad esse riconducibili. In linea di massima le basi liguri sono più probabili in Italia settentrionale, centrale e Sardegna, quelle celtiche sono più probabili nell'Italia settentrionale, mentre quelle italiche, latine o greche sono preferibili nel resto della penisola.

Risulta comunque difficile l'attribuzione netta di una radice all'una o all'altra famiglia linguistica perché la penetrazione celtica, venetica o italica in aree precedentemente occupate da protocelti deve essere avvenuta in diverse ondate e lente dislocazioni demografiche con fenomeni di fusione tra le popolazioni e numerosi scambi linguistici.

Nel seguito i riferimenti alle radici indoeuropee rimandano a Indogermanisches etymologisches Wörterbuch di J. Pokorny, citato come IEW, in cui sono disponibili molti esempi e trascrizioni fonetiche più accurate.
I riferimenti al Latino dei documenti medioevali derivanti da varianti popolari del Latino letterario classico o dalla latinizzazione di termini importati da altre lingue rimandano al Glossarium mediae et infimae latinitatis di Charles du Fresne sieur du Cange, citato come Du Cange. Se questo sito fosse in manutenzione, si può consultare la riproduzione anastatica dell'opera a cura dell'Università di Mannheim.

Cliccando sui nomi su sfondo giallo si ottiene la rappresentazione Googlemaps del luogo corrispondente.

Tra le radici idronimiche indoeuropee si possono individuare le seguenti.


  1. *ap[s] / *au[s].

    Radice indoeuropea *ap / *aps / *au / *aus = acqua, fonte, ruscello, fiume (IEW 1 e 51-52).
    Osco-Sabino *af-.
    Apsos / Apsus: fiume albanese, oggi Seman; Rumeno apa = acqua.
    Lat. medievale apsella = canale di mulino (Du Cange).
    Questa radice si riscontra in Illiria e sulla costa adriatica italiana e nella maggior parte dei casi va attribuito a strati italici o venetici.

    Esempi:


  2. *ad / *at.

    Radice indoeuropea (Avesta, celtico, venetico, illirico) *ad[u] / *ad-ro (IEW 4) = corso d'acqua.
    Base celtica *atur = fiume.
    Jadro, fiume illirico.
    Questa radice si riscontra in Illiria e sulla costa adriatica italiana e nella maggior parte dei casi va attribuito a strati preceltici o venetici.

    Esempi:


  3. *[s]amb[r] / *[s]omb[r].

    Radice indoeuropea *mbh[ro] = acqua (IEW 315-316).
    Celtico *amba / *ambu / *ambria / *ambris = fiume.
    Greco ombros = pioggia.
    Latino imber = pioggia.

    Esempi:


  4. *[p]an[n]a, *[p]en[n]a

    Radice indoeuropea *pen = acqua, acquitrino (IEW 807-808).
    Celtico *an / *en / *ona / *onna / *enna = corso d'acqua.
    Germanico *fani / *fenna / *venne = palude, brughiera.
    Latino Aenus = Inn; Anisus = Enns; Anas = Guadiana.

    Questa radice si riscontra prevalentemente in idronimi in Italia settenntrionale.

    Esempi:


  5. *ank / *ang.

    Radice indoeuropea *ank / *ang = curvare, piegarsi (IEW 45-47).
    Greco ankos = vallone.
    Celtico *angos = strettoia, strozzatura.
    Ligure *ink / *enk / *ank / *ing / *eng / *ang = strettoia, strozzatura.
    Tedesco engen = stretto.
    Latino incile = fossa, pantano.
    Bodincus (bodo = avvallamento + inko = stretto, infossato): antico nome del Po (Plinio); Bevinco: torrente della Corsica.

    L'attribuzione ad uno strato ligure è suffragata dal fatto che per Plinio Bodincus è il nome ligure del Po.

    Questa radice, si riscontra in idronimi in Italia settenntrionale.

    Esempi:


  6. *a[i]sk.

    Radice indoeuropea *aisk = splendente, lucente, trasparente (IEW 16-17).
    In area celtica, ligure, illirica e danubiana *aiska / *axa / *asko / *aska = acqua (Asco: fiume in Corsica; Iskar, Greco Oskios / Skios e Latino Oescus: affluente del Danubio nell'antica Tracia, oggi Bulgaria).
    Sardo *osk- = pantano.

    Questa radice si ritrova come suffisso in idronimi, particolarmente concentrati in Piemonte e Liguria, in cui il prefisso è di più evidente etimologia celtica o latina, spesso formando diplologie.

    Esempi:


  7. *au[d][r] / *ud[r].

    Radice indoeuropea *au / *aue / *auer / *ur / *awed / *awd / *ud = acqua, bagnare, fluire (IEW 78-81).
    Greco hydor = acqua.
    Latino *uveo, urina e urinari = immergersi.
    Celtico *avara, *aventia, *ab, *abda, *abon, *eve.
    AltoTedesco ouwe = prato umido.
    Lat. medioevale bara = fluctus, unda (Du Cange).

    Questa radice si riscontra in Francia e in Gran Bretagna ma è diffusa in tutta l'Italia: in Italia settentrionale è ascrivibile allo strato celtico, mentre nella penisola a uno strato italico.


  8. *aul / *eul

    Radice indoeuropea *aul / *eul = cavità, infossamento (IEW 88-89).
    Greco aylos = tubo; aylōn = valle, canale, burrone.
    Latino olla / aula = pentola, marmitta.

    Esempi:


  9. *bakko.

    Radice indoeuropea *bhog = ruscello, fiume (IEW 161).
    Celtico *bog = irrigare, sommergere; *bakko = ruscello.

    Esempi:


  10. *balt.

    Radice indoeuropea *bhel = biancore e anche fumo, vapore, umidità (IEW 118-120).
    Basi illiriche e celto-liguri *balta / *bauta / *palta / *pauta / *polta / *panta / *ponta = fanghiglia.
    Dialetti settentrionali balta, pauta = fango.

    Esempi:


  11. *ban[t] / *van[t].

    Radice indoeuropea *band / *gwheid = goccia, spruzzo, cascata (IEW 95).
    Voci celtiche *banna / *banne / *bannia.
    Lat. medioevale venna = ruscelletto ('a Gallico vanne vel venne = amniculus': Du Cange).

    Esempi:


  12. *bhag.

    Radice IE *bhā̆gh = palude, fango (IEW 161).
    Fiume slovacco Vah.

    Esempi:


  13. *bhedh.

    Radice indoeuropea *bhedh = perforare, scavare (IEW 113-114).
    Latino fodio = scavo.
    Greco bothros = scavo, fossa, buca.
    Celtico *bedo = fosso, canale.
    Bode, Bode: fiumi in Germania.

    Questa radice si ritrova frequentemente in idronimi piemontesi ma è diffusa nell'Italia settentrionale e centrale e in Sardegna. In particolare in Piemonte sono frequenti le voci bedale, beale, biale, bealera con significato di torrente infossato, fosso, canale.

    L'attribuzione ad uno strato ligure si fonda su una nota pliniana.

    Esempi:


  14. *bhr[e]u.

    Radice indoeuropea *bhreu / *bhru = ribollire, spruzzare (IEW 170-171).
    Base celtica *beru = sorgente, fontana.
    Base ligure *bera / *bora = torrente, ruscello.
    Latino medioevale buria = fonte; bira / vira = fossato ('vira forsitan pro bira = fossa': Du Cange).

    Questa radice si ritrova in idronimi liguri e alpini.

    Esempi:


  15. *bh[e]r[e]u.

    Radice indoeuropea *bh[e]reu, *bh[e]ru = muoversi energicamente, ribollire (IEW 143-145).
    Greco bòrboros = fango, melma.
    Base celtica *borua, *borba / *barb = fango.
    Latino medioevale borba / burba = fango ('lutum, limus, coenum': Du Cange).
    Francese bourbe = fango.

    Esempi:


  16. *bond / *pond.

    Radice indoeuropea *bhudh = fondo, basamento (IEW 174).
    Latino fundus = base, estremità inferiore; profundus = profondo.
    Base celtica *bona / *bunda = avvallamento paludoso.
    Inglese pond = stagno artificiale, scavato.
    Dialetti alpini bunda = conca, convalle

    Esempi:


  17. *bor[m] / *for[m] / *gher.

    Radice indoeuropea *gwher = caldo (IEW 493-495).
    Greco thermos, Latino formus = caldo.
    Celtico *gormo = caldo; *bormo = sorgente ribollente o calda.
    Lat. medioevale formidus / forvus = caldo (Du Cange).

    Esempi:


  18. *bhrad / *bhred.

    Radice indoeuropea *bhred (IEW 164) = muoversi lentamente, guado, approdo.
    Latino medioevale gortum / gortium / gortus / gordus = fosso, canale o anche zona d'acqua recintata per la cattura dei pesci. (Du Cange).

    Esempi:


  19. *bhreg.

    Radice indoeuropea *bhreg= rompere (IEW 165) .
    Latino frangere.
    Celtico *brego, Germanico*brecha = rompere, spaccare (cfr. Inglese break).
    Lat. medioevale britare / brisare = rompere (Du Cange).
    Sostrato prelatino *braga / *bragina / *bragna / *brana / *branica = cavità del terreno: burrone, fiume, canale, palude.
    Spagnolo breña = brughiera.
    Lat. medioevale branum = burrone ('Locus altus et profundus, praecipitium': Du Cange).

    Esempi:


  20. *braca.

    Radice indoeuropea *merk / *merg = inumidire, marcire (IEW 739-740).
    Celtico *mraku / *bracu = acquitrino, palude.
    Lat. medioevale bracium, bradium, braium = limus terrae; bracus / bragus / bragium = aquosa et lutulenta terra; burca / burga / bursa = pozza melmosa; braceum = guado (Du Cange); braca / bracca = sbarramento di fiume (Niermeyer).
    Dial. piemontese brella / prella= prato acquitrinoso; ligure bratta = fango (Pianigiani).

    Esempi:


  21. *dreu.

    Radice IE *dreu / *der / *dra / *dreb / *drem = correre, scorrere (IEW 204-206).
    Greco dromos = corsa, luogo dove si corre, spianata, passaggio, strada.
    La radice è frequente negli idronimi dalla penisola balcanica (Drava) alla Gallia (Lat. Druentia, Fr. Durance) ed è probailmente ascrivibile ad un sostrato protoceltico.

    Esempi:


  22. *eghero.

    Base indoeuropea *eghero / *heghero = lago, laguna, palude (IEW 291-292).
    Greco Acheron: fiume infernale.
    Serbocroato jezero = lago.

    Esempi:


  23. *kal.

    Radice indoeuropea *kal = sporco, fangoso (IEW 547-548).
    Greco kelis-idos = lordura.
    Latino caligo = denso fumo, oscurità.
    Sloveno: kal = pozza d'acqua.

    Esempi:


  24. *[s]ka[n]t

    Radice indoeuropea *sket = scaturire (IEW 950).
    Latino scatere = scaturire.
    Base celtica *kantos = sorgente; *kantia = corso d'acqua.

    Esempi:


  25. *cabh[r].

    Radice indoeuropea *gwebh / *gwabh = sommergere (IEW 465-466).

    Base celtica *kepari / *kepura / *cebaer = acquitrino, stagno.
    Latino medioevale ceberum / ceberus / ciberus / cibrius = secchio ('Vas ex ligno confectum ad vinum vel aquam exportandam': Du Cange).
    Dialetti settentrionali zeber / ziber = mastello.
    Probabile riferimento ad avvalamento acquitrinoso del terreno.

    Esempi:


  26. *kl[e]u[d].

    Radice indoeuropea *kleu / *kleud / *klo[u] / *klu = pulire, dilavare (IEW 607); *kel / *klep / *klek = umido, sgocciolamento (IEW 607).
    Greco klyzein = inondare, lavare.
    Latino cluere = purgare; cloaca = scolo, fogna.
    Fiume britannico Clyde.

    Esempi:


  27. *kra / *kre.

    Radice indoeuropea *ker / *kre = tagliare (IEW 938-947).
    Greco krino = separo.
    Latino cerno = separo.
    Celtico *krina / *krana = crepaccio, fessura.

    Esempi:


  28. *grem.

    Radice indoeuropea *grem = bagnare, sommergere (IEW 405).

    Esempi:


  29. *ker / *kur.

    Radice indoeuropea *kweru = frantumare, macinare (IEW 642).
    Negli idronimi probabile riferimento a ghiaia o sabbia.

    Esempi:


  30. *krosa.

    Radice indoeuropea *greus = solco (IEW 385-390).
    Base celtica *krosu, *kroza = cavo, infossato.
    Lat. medioevale creusare = scavare; crosus = cavo, infossato o scavo, fossa, miniera (Du Cange).
    Dialettale croso / crosa = sentiero infossato scavato dall'acqua.

    Esempi:


  31. *da[n] / *do[n].

    Radice indoeuropea *da / *dan / *don = scorrere, fiume (IEW 175). Presente dagli Urali all'Atlantico e probabilmente presente in Eridanos, antico nome greco del Po.

    Esempi:

    In Italia.


  32. *dhel / *dhol.

    Radice indoeuropea *dhel / *dholo = curva, cavità (IEW 245-246).
    Greco thalama = cavità, caverna.
    Germanico *dula = fossato.
    Delma / Delmona / Dremona / Dermona: rogge nella pianura lombardo-veneta.

    Esempi:


  33. *dher / *dhor.

    Radice indoeuropea *dher / *dhor = saltare, zampillare, scorrere (IEW 256).
    Ligure *dur, Celtico *dora = acqua, torrente.

    Esempi:


  34. *dh[e]ub[r].

    Radice indoeuropea *dheub /*dheup / *dhuber / *dheubra = profondo, scuro (IEW 267-268).
    Basi celtiche *dubis / *dubus = nero, scuro; *dubro = corso d'acqua infossato.
    Latino Tibur = Aniene; Tiberis = Tevere.
    Lat. medioevale dovra = fossato ('Fossa, locus, ubi est aqua stagnans, vulgo douvre: Du Cange).
    Francese antico doire / doure = fossato.
    Piemontese doira = fossato.

    A questa radice viene ricondotto il nome del Duero / Douro (Spagna e Portogallo).

    Esempi:


  35. *er[d].

    Radice indoeuropea *er / *ered / *eres = scorrere, umidità (IEW 334 e 336-337).
    Greco ardo = irrigo, innaffio; arda = fango.
    Latino ros = rugiada.
    Latino Medioevale rogius / rugia / roissia = fosso, canale.
    Italiano roggia = fontanile, canale.
    Dialetti meridionali roscia = pozza, fonte.
    Sardo roja / orroa = ruscello.

    Esempi:


  36. *[h]e[u]is.

    Radice indoeuropea *eis / *heuis = muoversi rapidamente, agitarsi (IEW 299-301).

    Frequente negli idronimi in tutta Europa. Esempi: Isar, Isel, Oise, Isère, Jizera, Yser, Esera.

    Esempi italiani.


  37. *[s]kam[p].

    Radice indoeuropea *kam / *kamp / *skamb = curva, svolta, concavità (IEW 525).
    Base celtica *komba / *kumba / *kamba = valle stretta e profonda.
    Latino cubitus = gomito.
    Latino medioevale cambus = curvo, tortuoso; cumba / comba / comma / cuma / coma / cuba = avvallamento ('locus declivis et propensus, qui in vallem desinit': Du Cange).
    In Piemonte comba / combale = ruscello infossato.

    Esempi:


  38. *bheredh.

    Radice indoeuropea *bheredh = tagliare, incidere (IEW 138).

    Esempi:


  39. *bheres.

    Radice indoeuropea *bheres = veloce, che scorre velocemente (IEW 143).
    Celtico *bresto = veloce.

    Esempi:


  40. *fruta.

    Radice indoeuropea *bh[e]reu, *bh[e]ru = muoversi energicamente, ribollire (IEW 143-145).
    Ligure-Lepontico *fruta e Celtico *p(h)roudis = torrente, cascata.
    Nei dialetti lombardi si ha fruda, froda, fodra.
    Nel dialetto Walser frut.

    Esempi:


  41. *gal / *vel.

    Radice indoeuropea *gwel / *gwela / *gwle = schizzare, fluire (IEW 471-472).
    Latino balneum = bagno.
    Celtico *gali = sorgente.
    Tedesco quelle = sorgente.
    Inglese well = sorgente, pozzo.
    Francese jaillir = fluire.
    Lat. medioevale galetum / galectum = canaletto (Du Cange).
    Idronimi sardi Geddai, Zillai, Ziddai, Tiddai.

    Esempi:


  42. *dhen.

    Radice indoeuropea *dhen = correre, fluire (IEW 249).
    Latino fons = fonte ('Common lat. initial d→f-shift': Pokorny).
    Lat. medioevale gen / ghen / ghion = spiaggia, sabbia ('Celtica lingua, littus, arena': Du Cange).

    Esempi:


  43. *grava.

    Radice indoeuropea ghrebh = grattare, scavare (IEW 455-456).
    Base celto-ligure *grava = burrone scosceso, letto di fiume incassato, terreno pietroso.
    Tedesco graben = scavare.
    Albanese gropë = cavità.
    Latino medioevale greva / creva / grena / gravarium / graverium / graveria / gravella / garavella = sabbia, ghiaia (Du Cange).
    Francese gravier = ghiaia.

    Esempi:


  44. *ghren[dh].

    Radice indoeuropea *ghren[dh] = tritare, terreno, sabbia, ghiaia (IEW 459).
    Inglese grind, ground.
    Latino frendere = tritare, macinare.

    Esempi:


  45. *gwelbh

    Radice indoeuropea *gʷelbh = utero e probabilmente cavità, bacino (IEW 473).
    Latino alvus / alveus = bacino.
    Lat. medioevale heulbo = gola (Du Cange); helvillum = fossato.
    In molte lingue e dialetti romanzi le parole derivate da alveus (alb, aib, aip,...) significano trogolo, abbeveratoio.

    Esempi:


  46. *klad.

    Radice IE *kel / *kelə / *klā / *klād = colpire, scavare (IEW 545-547).
    Celtico *klad[i]o / *kald / *klatsi / *klasti / *kladti = scavo, fossato.

    Esempi:


  47. *klappa.

    Radice IE *gel = contrarsi, arrotondarsi (IEW 356-364).
    Base germanica *klapp = pietra arrotondata, ciottolo.
    Base celtica *klappa / *krappa = lastrone, mucchio di pietre.
    Latino medioevale clapella = pietra da costruzione; clapa, claperia, clapeirada, claperius, clapus = pietrame, mucchio di pietre ('acervus, congeries lapidum': Du Cange).
    In area alpina ceppo = sasso, macigno; ceppino, ceppina = terreno sassoso.

    Esempi:


  48. *klava.

    Radice IE *gel = contrarsi, arrotondarsi (IEW 356-364).
    Base germanica *klapp = pietra arrotondata, ciottolo.
    Base celtica *klappa / *krappa = lastrone, mucchio di pietre.
    Base celto-ligure *klava = ghiaia, ciottoli, sedimento fluviale, cono di deiezione (G. Devoto).

    Esempi:


  49. *korka.

    Base IE *korka = ghiaia (IEW 615).
    Sanscrito sarkara = ghiaia.
    Greco kroke = ciottolo.
    Base celtica *corchoc = acquitrino.

    Esempi:


  50. *laku.

    Base IE *laku = bacino d'acqua (IEW 653).
    Greco λάκκος (lakkos) = cavità, cisterna, stagno.
    Latino lacus (da cui lacuna e *lacunula, *lacunculus, *lacucellus) = vasca, bacino, conca (anche priva di acqua), lago, laguna, stagno, palude.
    Lat. medioevale lacora / laecorus = lacus; launa = fluvii brachiolum (Du Cange).
    Occitano laus = lago.
    Dial. lona (da lacuna) = stagno.
    Sardo laccu = madia, trogolo, tino; allagarzu / allagazu / allarzu / allazu = acquitrino.

    Esempi:


  51. *lendh.

    Radice indoeuropea *lendh = acqua, sorgente (IEW 675).
    Celtico *linda / *lendu / *linio = stagno, canale.
    Lat. medioevale lentea / landia / landea / launa / linia = fossato di scolo (Du Cange).

    Esempi:


  52. *lenk.

    Radice indoeuropea *lenk = curva, incavo, avvallamento (IEW 676-677).
    Latino lanx-lancis o lancium = scodella.
    Greco lekos = scodella.
    Celtico *lanka / *lonka = valle, letto di fiume; *lonko = grotta; *longo = stagno.
    Lat. medioevale langea = pozza, stagno (Du Cange-Dief).

    Esempi:


  53. *lab.

    Radice indoeuropea *lab / *leb / *lob = scorrere giu, cadere, crollare (IEW 655-657).
    Latino labi (part. pass. lapsus) = cadere, crollare; labes = crollo; *labia = acqua irruente; *labara, *labaretum / *labareta = luogo disseminato di lastre rocciose.
    Latino medioevale lavina / labina = luogo paludoso (Du Cange).

    Esempi:


  54. *l[e]im.

    Radice indoeuropea *lei = scivoloso, melmoso (IEW 662-664).
    Latino limus = fanghiglia.
    Greco leimon = prato umido e limne = palude.

    Esempi:


  55. *le[i]r.

    Radice indoeuropea *leis = solco, cavità (IEW 671).
    Latino lira = solco; lura = sacco.
    Celtico *liro = fiume.
    Lat. medioevale lura = imboccatura di otre; lossa = vaso (Du Cange).

    Esempi:


  56. *mak[r].

    Radice indoeuropea radice indoeuropea *mak = inumidire, allagare, sommergere (IEW 698).

    Esempi:


  57. *mad.

    Radice indoeuropea *mad = umidità (IEW 694-695).
    Greco madao = sono umido, molle.
    Latino madeo = sono madido.
    Madurnus e Maturna / Matrona (attuale Marna): nomi latini di fiumi in territori celtici.

    Esempi:


  58. *mal / *mel.

    Radice IE *mel / *melə / *mlē / *mel-d / *ml-ed / *mel-dh / *ml-ēi / *mlī̆ / *melə-k / *mlā-k / *mlēu / *mlū̆ = tritare, macinare (IEW 716-719).
    Latino molo = macino, trito.
    Celtico *malo, *melo = tritare, macinare.
    Germanico malman = schiacciare, tritare; melm / molta = sabbia.
    Lat. medioevale malta / molta = malta, cemento; mal[l]onus = laterizio, mattone (Du Cange).
    Dialettale veneto moltrin = fanghiglia.
    Probabile riferimento a pietrisco, ghiaia, sabbia, argilla. Radice frequente negli idronimi. Se non è un presito germanico è probabilmente riconducibile ad un sostrato prelatino.

    Esempi:


  59. *man / *mon.

    Base indoeuropea *mâ-no / *mâ-ni = umido, bagnato (IEW 699-700).
    Latino manare = emanare, lasciar fluire.
    Base celtica *monia = acquitrino, stagno.
    Latino medioevale monale / monades = fossato (Du Cange).

    Esempi:


  60. *mar / *mor.

    Base indoeuropea *mori = distesa d'acqua: mare, stagno, palude (IEW 748).
    Latino mare.
    Protogermanico *mari = mare; Germanico Occ. *marisk.
    Latino medioevale mara / maretum / mareum / mareteus / maricium / mariscus / maragium / maresium / marresium / merrasium / maricadium / mora / mera / merra / merscum / morus = stagno; martellus / martelleria = fossato (Du Cange).
    Francese marais, Inglese marsh, mere = stagno.

    Esempi:


  61. *mas / *mus.

    Radice indoeuropea *meus / *musos = umidità, palude (IEW 741-743).
    Celtico *mosa = acquitrino.
    Slavo muza = palude.
    Mosa.
    Lat. medioevale mussa / mussula / mosses = stagno ('locus uliginosus, stagnum': Du Cange).

    Esempi:


  62. *man[dh] / *men[dh] / *min[dh].

    Radice indoeuropea *menth = bocca, mangiare (IEW 732-733).
    Latino mando = mangio.
    Celtico *minu = bocca.
    Ariminus (are+minu: presso la foce): nome latino della Marecchia e del Fiora.
    Germanico *mundha, Tedesco mund, Inglese mouth = bocca.
    Negli idronimi probabile riferimento a sbocco di fiume o di valle.

    Esempi:


  63. *merk / *merg.

    Radice indoeuropea *merk / *merg = infradiciare, marcire (IEW 739-740).
    Latino marceo / marcesco = sono fradicio, marcisco; marcor = marciume; marcidus = fradicio, marcio.
    Celtico *morga / *mora / *morba = acquitrino, palude.
    Lat. medioevale mora / mera / morus = locus palustris (Du Cange).

    Esempi:


  64. *nar / *ner.

    Radice indoeuropea *ner (IEW 766) = sommergere, cavità collegato alla radice *ner = sotto.
    Radice celtica *ner = sgorgare.
    Radice basca/ligure *narb = acqua, fiume, stagno.
    Greco neròn = acqua, naròs = scorrente, fresco.
    Narenta, fiume illirico.

    Esempi:


  65. *ne[i]k.

    Radice indoeuropea *neik / *nik = impeto, violenza, combattimento (IEW 761).
    Greco nike = vittoria.
    Celtico *Nicros = Neckar: affluente del Reno.

    Esempi:


  66. pantanum

    Radice indoeuropea *bhel = biancore e anche fumo, vapore, umidità (IEW 118-120).
    Basi illiriche e celto-liguri *balta / *bauta / *palta / *pauta / *polta / *panta / *ponta = fanghiglia.
    Lat. medioevale pantanum = luogo paludoso ('Pantanum, comme palus, mot répandu partout, bien qu'il apparaisse pour la première fois dans une charte de Charlemagne: it. esp. pg. pantano, rum. pantan.': Diez).

    Esempi.


  67. *pel[eu].

    Radice indoeuropea *pel / *peleu = versare, riempire (IEW 798-801).
    Riferimento a sorgenti, fiumi, laghi, acquitrini, paludi.

    Esempi:


  68. *p[e]lak.

    Radice indoeuropea *pelak / *plak = versare, riempire (IEW 798-801).
    Latino pelagus = mare, fiume.
    Lat. medioevale planca / plancua / plaketum / plachetum = fossatello ('canaliculus, per quem aqua fluvii in terras decurrit': Du Cange);
    flaco / flachia / flactra / flacteria / flaschia / flascheta = luogo fangoso ('locus coenosus, vel aquis stagnantibus oppletus': Du Cange);
    flagus = foce di corso d'acqua (Du Cange).

    Esempi:


  69. *pleu[d].

    Radice indoeuropea *pleu / *pleud = fluire (IEW 835-837).
    Latino pluere = piovere, pluvia = pioggia.
    Greco plados / plade = umidità, bagnato.
    Platen / Bladen / Biaden: denominazioni retiche del Piave.

    Esempi:


  70. *u[e]is.

    Radice indoeuropea *ueis = scorrere, fluire (IEW 1134).
    Latino vena (*ueisna) = vena in senso anatomico e traslato.
    Radice presente in molti idronimi europei, ad es.: Vésère, Vezouze, Weser, Vistola, Pisaurus.
    pissa nei toponimi italiani si riferisce spesso a cascate.

    Esempi:


  71. *[s]per / *[s]par.

    Radice indoeuropea *per / *pera / *pre / *preu (IEW 809-810) = spruzzare, irrorare.
    Greco speiro = spargo, spando.
    Latino spiro = soffio, emetto.

    Esempi:


  72. *reg / *rek.

    Radice indoeuropea *reg / *rek = umido, pioggia, fiume (IEW 857).
    Greco raino = grondo, sgorgo.
    Latino rigare = irrigare.
    Tedesco regen, Inglese: rain = pioggia; Regen: affluente del Danubio.
    Latino medioevale rigus / regus / reigus / reicus / reccus / rigulus / rigola / rigora / rigago / riago / rigatum / ragia / ragium / rasa / raza / rascia / rachia / reccus / rechus / recus / regua = corso d'acqua ('fluvii ramus, alveus, rivus, canalis': Du Cange); regona = acquitrino prosciugato (Regona Padi presso Mantova).

    Esempi:


  73. *[e]rei.

    Radice indoeuropea *erei-, *reia-, *roio- = correre, scorrere verso il basso (IEW 326-332).
    Greco rheo = fluisco, scorro.
    Latino ruo = corro, precipito.
    Celtico *renos / *reinos = torrente, fiume,
    Germanico *rinno / *runjo = corso d'acqua impetuoso; Tedesco rinnen = fluire, scorrere.

    Questa radice presente solo in Italia settentrionale è sicuramente celtica.

    Esempi:


  74. *sal.

    Radice indoeuropea *sälo (IEW 879-880) = fluttuare, ondeggiare.
    Latino salum = acqua, mare.
    Fiumi Europei: Seille, Seille, Seille, Saale, Saale, IJssel da cui probabilmente l'etnonimo Salii, etnia dei Franchi.
    Salona, antica città dell'Illiria.
    Latino medioevale salatia = acqua, mare ('Salatia, pro Salacia, voce nota Varroni et Festo, pro aquae Dea, ipsa aqua, vel mari.': Du Cange).

    Esempi:


  75. *s[e]il.

    Radice indoeuropea *sei / *soi / *seil / *seim = umidità, flusso (IEW 889).

    Esempi:


  76. *seng.

    Radice IE *sengʷ = cadere, affondare (IEW 906).
    Protogermanico *sinkwaną = immergere, affondare.
    Basco zanga = fossa.
    Spagnolo zanja = fossa.
    La radice, che si risconta in idronimi spagnoli e italiani, è probabilemte protoceltica o anche ligure. La somiglianza con la parola latina sanguis = sangue ne ha probabilmente modificato lo sviluppo.

    Esempi:


  77. *seu.

    Radice indoeuropea *seu, sewa = liquido, pioggia (IEW 912-913) riscontrabile in Europa dall'Atlantico al Danubio, ad esempio, in Sava, Save, Severn, Seven.

    Questa radice è diffusa in tutta la penisola per cui è da attribuire anche strati preceltici.

    Esempi:


  78. *sar / *ser / *sreu.

    Radice indoeuropea *ser / *sar / *sreu = scorrere (IEW 909-910 e 1003).
    Saar (Germania).
    Seriola: in Lombardia e Veneto = ruscello, fossato.

    Esempi:


  79. *[s]kel.

    Radice indoeuropea *[s]kel = fendere, tagliare (IEW 923-927).
    Greco skallo / skaleuo = scavo, zappo.
    Celtico *skolt / *skola / *skalo / *skalba = fessura, buco, crepaccio.
    Lat. medioevale scaliare = dissodare (Du Cange).
    Schelda

    Esempi:


  80. *sem[t].

    Radice indoeuropea *sem[t] = sgorgare, versare (IEW 901-902).
    Greco antleo = attingo; antlos / antlia = acqua di sentina, acqua stagnante nel fondo della nave da riversare all'esterno.
    Latino hama / ama = secchio; sentina = sentina, cloaca.
    Lat. medioevale sentona / senthe = sentina; enthe = fossato ('Enthe vero, pro meatus, incile, canaliculus': Du Cange sotto voce entare).
    La radice nelle varianti *ant / *ent / *sant / *sent / *sint compare come componente di numerosi idronimi.

    Esempi:


  81. *sper / *spor.

    Radice indoeuropea *sp[h]er / *sprei[d] / *spreu[d] = precipitare, spruzzare (IEW 993-995).
    Greco speiro = spargo, spando.
    Latino spiro = soffio, emetto, sgorgo.

    Esempi:


  82. *ster[n].

    Radice indoeuropea *ster / *stera / *stre / *steru / *streu = spandere, spargere (IEW 1029-1031).
    Latino: stèrnere (part. pass. stratus) = spargere.
    Celtico: *strouo = spargere; *stour = fiume.
    Fiumi europei: Stour (G.B), Stör (D), Stör (D).

    Esempi:


  83. *tu[e]r.

    Radice indoeuropea *tur / *twer = vortice (IEW 1100-1101).
    Base germanica tweran / dweran = girare (Pianigiani).
    Celtico *tardo = flusso.
    Lat. medioevale tercus = gorgo ('vortex aquarum': Du Cange).
    Latino torrens = vorticoso; tullius = getto, zampillo.
    Spagnolo chorro = getto, spruzzo.
    Sardo turru / tzurru / ciurru = getto d'acqua, zampillo, cascata; trullio / drullio / turrio = vortice.
    Basco iturri = fonte.
    Tara, fiume del Montenegro.

    Esempi:


  84. *ta[b][h]

    Radice indoeuropea *ta / *ta / *tai / *ti / *t / *tau / *tu / *t / *tab[h] = fusione, liquefazione, inondazione (IEW 1053-1054).
    Latino tabere = grondare, liquefarsi.
    Base celtica *taio = fondere.
    Dialetti alpini tovo = canalone, frana.
    Sardo tuerra = acquitrino.

    Esempi:


  85. *tek

    Radice indoeuropea *tekw correre, fluire (IEW 1059-1060).

    Esempi:


  86. *tragh / *trogh / *tregh

    Radice IE *tragh / *trogh / *tregh = trascinare, muoversi, correre, scorrere (IEW 1089).
    Base celtica *trag = deflusso.
    Latino medioevale draya = tratturo (Du Cange) e probabilmente vallone.
    Sardo traghinu / trainu = ruscello, torrente.

    Esempi:


  87. *trōg, *trəg

    Radice IE *ter / *terǝ / *teri = sfregare, tritare; *trōg, *trəg = rosicchiare, tritare (IEW 1071-1074).
    Greco τρώγλη (trogle) = tana, cavità, buco, caverna.
    Lat. medioevale tercus = gorgo ('vortex aquarum': Du Cange); troglum / troglius / trolum / truchetus = fossa, ristagno d'acqua ('vallum, fossa, aquae receptaculum': Du Cange).
    Dialettale trossa, troscia = pozza d'acqua; truna = buca, cantina, grotta; drogo = forra, gola montana.
    Sardo tirchiu / tilcia / telciulu = ruscello.

    Esempi:


  88. *u[e]g / *u[e]k

    Radice indoeuropea *uegw / *ugw / *uks = bagnare, irrigare (IEW 1118).

    Esempi: