Le acque. Il substrato indoeuropeo prelatino.

Toponomastica italiana

Luoghi d'Italia


Le radici di molti idronimi risultano diffuse in tutta le aree europee in cui erano diffuse popolazioni protoceltiche (Iberi, Liguri, Euganei), venetiche, celtiche o italiche prima di essere compresse da successive immigrazioni germaniche o slave, per cui appare ragionevole ipotizzare un'origine indoeuropea del loro nome. Tuttavia le comuni origini indoeuropee rendono spesso difficile assegnarle all'uno o all'altro ceppo linguistico. Nell'elenco seguente si riportano le principali radici idronimiche indoeuropee seguite, quando possibile, dalle basi greche, latine o celtiche ad esse riconducibili. In linea di massima le basi liguri sono più probabili in Italia settentrionale, centrale e Sardegna, quelle celtiche sono più probabili nell'Italia settentrionale, mentre quelle italiche, latine o greche sono preferibili nel resto della penisola.

Risulta comunque difficile l'attribuzione netta di una radice all'una o all'altra famiglia linguistica perché la penetrazione celtica, venetica o italica in aree precedentemente occupate da protocelti deve essere avvenuta in diverse ondate e lente dislocazioni demografiche con fenomeni di fusione tra le popolazioni e numerosi scambi linguistici.

Nel seguito i riferimenti alle radici indoeuropee rimandano a Indogermanisches etymologisches Wörterbuch di J. Pokorny, citato come IEW, in cui sono disponibili molti esempi e trascrizioni fonetiche più accurate.

Cliccando sui nomi su sfondo giallo si ottiene la rappresentazione Googlemaps del luogo corrispondente.

Tra le radici idronimiche indoeuropee si possono individuare le seguenti.


  1. *eghero.

    Base indoeuropea *eghero / *heghero = lago, laguna, palude (IEW 291-292).
    Greco Acheron: fiume infernale.
    Serbocroato jezero = lago.

    Esempi:


  2. *heul

    Radice indoeuropea *heul = cavità, infossamento (IEW 88-89).
    Latino alveus = alveo.
    Greco helos = palude; heleios = palustre.
    Lat. medioevale heulbo = gola (Du Cange).

    Esempi:


  3. *ap[s] / *au[s].

    Radice indoeuropea *ap / *aps / *au / *aus = acqua, fonte, ruscello, fiume (IEW 1 e 51-52).
    Osco-Sabino *af-.
    Apsos / Apsus: fiume albanese, oggi Seman; Rumeno apa = acqua.
    Lat. medievale apsella = canale di mulino (Du Cange).
    Questa radice si riscontra in Illiria e sulla costa adriatica italiana e nella maggior parte dei casi va attribuito a strati italici o venetici.

    Esempi:


  4. *ad / *at.

    Radice indoeuropea (celtico, venetico, illirico) *ad[u] / *ad-ro (IEW 4) = corso d'acqua.
    Base celtica *atur = fiume.
    Jadro, fiume illirico.
    Questa radice si riscontra in Illiria e sulla costa adriatica italiana e nella maggior parte dei casi va attribuito a strati italici o venetici.

    Esempi:


  5. *[s]amb[r] / *[s]omb[r].

    Radice indoeuropea *mbh[ro] = acqua (IEW 315-316).
    Celtico *amba / *ambu / *ambria / *ambris = fiume.
    Greco ombros = pioggia.
    Latino imber = pioggia.

    Esempi:


  6. *[p]an[n]a, *[p]en[n]a

    Radice indoeuropea *pen = acqua, acquitrino (IEW 807-808).
    Celtico *an / *en / *ona / *onna / *enna = corso d'acqua.
    Germanico *fani / *fenna / *venne = palude, brughiera.
    Latino Aenus = Inn; Anisus = Enns; Anas = Guadiana.

    Questa radice si riscontra prevalentemente in idronimi in Italia settenntrionale.

    Esempi:


  7. *ank / *ang.

    Radice indoeuropea *ank / *ang = curvare, piegarsi (IEW 45-47).
    Greco ankos = vallone.
    Celtico *angos = strettoia, strozzatura.
    Ligure *ink / *enk / *ank / *ing / *eng / *ang = strettoia, strozzatura.
    Tedesco engen = stretto.
    Latino incile = fossa, pantano.
    Bodincus (bodo = avvallamento + inko = stretto, infossato): antico nome del Po (Plinio); Bevinco: torrente della Corsica.

    L'attribuzione ad uno strato ligure è suffragata dal fatto che per Plinio Bodincus è il nome ligure del Po.

    Questa radice, si riscontra in idronimi in Italia settenntrionale.

    Esempi:


  8. *a[i]sk.

    Radice indoeuropea *aisk = splendente, lucente, trasparente (IEW 16-17).
    In area celtica, ligure, illirica e danubiana *aiska / *axa / *asko / *aska = acqua (Asco: fiume in Corsica; Iskar, Greco Oskios / Skios e Latino Oescus: affluente del Danubio nell'antica Tracia, oggi Bulgaria).
    Sardo *osk- = pantano.

    Questa radice si ritrova come suffisso in idronimi, particolarmente concentrati in Piemonte e Liguria, in cui il prefisso è di più evidente etimologia celtica o latina, spesso formando diplologie.

    Esempi:


  9. *au[d][r] / *ud[r].

    Radice indoeuropea *au / *aue / *auer / *ur / *awed / *awd / *ud = acqua, bagnare, fluire (IEW 78-81).
    Greco hydor = acqua.
    Latino *uveo, urina e urinari = immergersi.
    Celtico *avara, *aventia, *ab, *abda, *abon, *eve.
    AltoTedesco ouwe = prato umido.
    Lat. medioevale bara = fluctus, unda (Du Cange).

    Questa radice si riscontra in Francia e in Gran Bretagna ma è diffusa in tutta l'Italia: in Italia settentrionale è ascrivibile allo strato celtico, mentre nella penisola a uno strato italico.


  10. *bhog.

    Radice indoeuropea *bhog = ruscello, fiume (IEW 161).
    Greco πηγη = sorgente, corso d'acqua.
    Celtico *bakko = ruscello, *bog = irrigare, sommergere.
    Protogermanico *baki / *bakja, Longobardo *pehhi, Cimbro di Asiago pach, Tedesco bach.
    Illirico Bosna; Slovacco Vah.
    Latino medioevale beka (Du Cange: 'Germanis beke est rivus, torrens').
    Latino medioevale bacca / bacar / baccale / bacinus, baccinum, bacchinus / baccile / baccharium / bacchonica / bacchoaicha / bachia / bachoica / bachus / bacuum / vacile / vacilium = vaso, bacino, abbeveratoio ('vas vel urceum significant': Du Cange); bicarium, bicareum, peccarium, picherium = bicchiere, vaso, calice (Du Cange).
    In senso geografico: concavità allagata (pozza, stagno, valllone).
    Occitano bacias = fontana.
    Sardo bacu / baccu / accu = vallone.

    Esempi:


  11. *palt / *pant.

    Radice indoeuropea *pel-ed = umido, marcio (IEW 798-801).
    Greco plados = umidità.
    Base celto-ligure *palta / *balta / *polta / *panta / *ponta = fanghiglia.

    Esempi:


  12. *ban[t] / *van[t].

    Radice indoeuropea *band / *gwheid = goccia, spruzzo, cascata (IEW 95).
    Voci celtiche *banna / *banne / *bannia.
    Lat. medioevale venna = ruscelletto ('a Gallico vanne vel venne = amniculus': Du Cange).

    Esempi:


  13. *bhedh.

    Radice indoeuropea *bhedh = perforare, scavare (IEW 113-114).
    Latino fodio = scavo.
    Greco bothros = scavo, fossa, buca.
    Celtico *bedo = fosso, canale.
    Bode, Bode: fiumi in Germania.

    Questa radice si ritrova frequentemente in idronimi piemontesi ma è diffusa nell'Italia settentrionale e centrale e in Sardegna. In particolare in Piemonte sono frequenti le voci bedale, beale, biale, bealera con significato di torrente infossato, fosso, canale.

    L'attribuzione ad uno strato ligure si fonda su una nota pliniana.

    Esempi:


  14. *bhr[e]u.

    Radice indoeuropea *bhreu / *bhru = ribollire, spruzzare (IEW 170-171).
    Base celtica *beru = sorgente, fontana.
    Base ligure *bera / *bora = torrente, ruscello.
    Latino medioevale buria = fonte; bira / vira = fossato ('vira forsitan pro bira = fossa': Du Cange).

    Questa radice si ritrova in idronimi liguri e alpini.

    Esempi:


  15. *bond / *pond.

    Radice indoeuropea *bhudh-m(e)n = fondo, basamento (IEW 174).
    Latino fundus = base, estremità inferiore; profundus = profondo.
    Base celtica *bona / *bunda = avvallamento paludoso.
    Inglese pond = stagno artificiale, scavato.
    Dialetti alpini bunda = conca, convalle.

    Esempi:


  16. *bh[e]r[e]u.

    Radice indoeuropea *bh[e]reu, *bh[e]ru = muoversi energicamente, ribollire (IEW 143-145).
    Greco bòrboros = fango, melma.
    Base celtica *borua, *borba / *barb = fango.
    Latino medioevale borba / burba = fango ('lutum, limus, coenum': Du Cange).
    Francese bourbe = fango.

    Esempi:


  17. *bor[m] / *for[m] / *gher.

    Radice indoeuropea *gwher = caldo (IEW 493-495).
    Greco thermos, Latino formus = caldo.
    Celtico *gormo = caldo; *bormo = sorgente ribollente o calda.
    Lat. medioevale formidus / forvus = caldo (Du Cange).

    Esempi:


  18. *bhrad / *bhred.

    Radice indoeuropea *bhred (IEW 164) = muoversi lentamente, guado, approdo.
    Latino medioevale gortum / gortium / gortus / gordus = fosso, canale o anche zona d'acqua recintata per la cattura dei pesci. (Du Cange).

    Esempi:


  19. *bhreg.

    Radice indoeuropea *bhreg= rompere (IEW 165) .
    Latino frangere.
    Celtico *brego, Germanico*brecha = rompere, spaccare (cfr. Inglese break).
    Lat. medioevale britare / brisare = rompere (Du Cange).
    Sostrato prelatino *braga / *bragina / *bragna / *brana / *branica = cavità del terreno: burrone, fiume, canale, palude.
    Spagnolo breña = brughiera.
    Lat. medioevale branum = burrone ('Locus altus et profundus, praecipitium': Du Cange).

    Esempi:


  20. *kal.

    Radice indoeuropea *kal = sporco, fangoso (IEW 547-548).
    Greco kelis-idos = lordura.
    Latino caligo = denso fumo, oscurità.
    Sloveno: kal = pozza d'acqua.

    Esempi:


  21. *[s]ka[n]t

    Radice indoeuropea *sket = scaturire (IEW 950).
    Latino scatere = scaturire.
    Base celtica *kantos = sorgente; *kantia = corso d'acqua.

    Esempi:


  22. *cabh[r].

    Radice indoeuropea *gwebh / *gwabh = sommergere (IEW 465-466).

    Base celtica *kepari / *kepura / *cebaer = acquitrino, stagno.
    Latino medioevale ceberum / ceberus / ciberus / cibrius = secchio ('Vas ex ligno confectum ad vinum vel aquam exportandam': Du Cange).
    Dialetti settentrionali zeber / ziber = mastello.
    Probabile riferimento ad avvalamento acquitrinoso del terreno.

    Esempi:


  23. *kl[e]u[d].

    Radice indoeuropea *kleu / *kleud / *klo[u] / *klu = pulire, dilavare (IEW 607); *kel / *klep / *klek = umido, sgocciolamento (IEW 607).
    Greco klyzein = inondare, lavare.
    Latino cluere = purgare; cloaca = scolo, fogna.
    Fiume britannico Clyde.

    Esempi:


  24. *kra / *kre.

    Radice indoeuropea *ker / *kre = tagliare (IEW 938-947).
    Greco krino = separo.
    Latino cerno = separo.
    Celtico *krina / *krana = crepaccio, fessura.

    Esempi:


  25. *grem.

    Radice indoeuropea *grem = bagnare, sommergere (IEW 405).

    Esempi:


  26. *ker / *kur.

    Radice indoeuropea *kweru = frantumare, macinare (IEW 642).
    Negli idronimi probabile riferimento a ghiaia o sabbia.

    Esempi:


  27. *krosa.

    Radice indoeuropea *greus = solco (IEW 385-390).
    Base celtica *krosu, *kroza = cavo, infossato.
    Lat. medioevale creusare = scavare; crosus = cavo, infossato o scavo, fossa, miniera (Du Cange).
    Dialettale croso / crosa = sentiero infossato scavato dall'acqua.

    Esempi:


  28. *da[n] / *do[n].

    Radice indoeuropea *da / *dan / *don = scorrere, fiume (IEW 175). Presente dagli Urali all'Atlantico e probabilmente presente in Eridanos, antico nome greco del Po.

    Esempi:

    In Italia.


  29. *dhel / *dhol.

    Radice indoeuropea *dhel / *dholo = curva, cavità (IEW 245-246).
    Greco thalama = cavità, caverna.
    Germanico *dula = fossato.
    Delma / Delmona / Talamona / Dremona / Dermona: rogge nella pianura lombardo-veneta.

    Esempi:


  30. *dher / *dhor.

    Radice indoeuropea *dher / *dhor = saltare, zampillare, scorrere (IEW 256).
    Ligure *dur, Celtico *dora = acqua, torrente.

    Esempi:


  31. *dh[e]ub[r].

    Radice indoeuropea *dheub /*dheup / *dhuber / *dheubra = profondo, scuro (IEW 267-268).
    Basi celtiche *dubis / *dubus = nero, scuro; *dubro = corso d'acqua infossato.
    Latino Tibur = Aniene; Tiberis = Tevere.
    Lat. medioevale dovra = fossato ('Fossa, locus, ubi est aqua stagnans, vulgo douvre: Du Cange).
    Francese antico doire / doure = fossato.
    Piemontese doira = fossato.

    A questa radice viene ricondotto il nome del Duero / Douro (Spagna e Portogallo).

    Esempi:


  32. *er[d].

    Radice indoeuropea *er / *ered / *eres = scorrere, umidità (IEW 334 e 336-337).
    Greco ardo = irrigo, innaffio; arda = fango.
    Latino ros = rugiada.
    Latino Medioevale rogius / rugia / roissia = fosso, canale.
    Italiano roggia = fontanile, canale.
    Dialetti meridionali roscia = pozza, fonte.
    Sardo roja / orroa = ruscello.

    Esempi:


  33. *[h]e[u]is.

    Radice indoeuropea *eis / *heuis = muoversi rapidamente, agitarsi (IEW 299-301).

    Frequente negli idronimi in tutta Europa. Esempi: Isar, Isel, Oise, Isère, Jizera, Yser, Esera.

    Esempi italiani.


  34. *[s]kam[p].

    Radice indoeuropea *kam / *kamp / *skamb = curva, svolta, concavità (IEW 525).
    Base celtica *komba / *kumba / *kamba = valle stretta e profonda.
    Latino cubitus = gomito.
    Latino medioevale cambus = curvo, tortuoso; cumba / comba / comma / cuma / coma / cuba = avvallamento ('locus declivis et propensus, qui in vallem desinit': Du Cange).
    In Piemonte comba / combale = ruscello infossato.

    Esempi:


  35. *bheredh.

    Radice indoeuropea *bheredh = tagliare, incidere (IEW 138).

    Esempi:


  36. *bheres.

    Radice indoeuropea *bheres = veloce, che scorre velocemente (IEW 143).
    Celtico *bresto = veloce.

    Esempi:


  37. *fruta.

    Radice indoeuropea *bh[e]reu, *bh[e]ru = muoversi energicamente, ribollire (IEW 143-145).
    Ligure-Lepontico *fruta e Celtico *p(h)roudis = torrente, cascata.
    Nei dialetti lombardi si ha fruda, froda, fodra.
    Nel dialetto Walser frut.

    Esempi:


  38. *gal / *vel.

    Radice indoeuropea *gwel / *gwela / *gwle = schizzare, fluire (IEW 471-472).
    Latino balneum = bagno.
    Celtico *gali = sorgente.
    Tedesco quelle = sorgente.
    Inglese well = sorgente, pozzo.
    Francese jaillir = fluire.
    Lat. medioevale galetum / galectum = canaletto (Du Cange).
    Idronimi sardi Geddai, Zillai, Ziddai, Tiddai.

    Esempi:


  39. *dhen.

    Radice indoeuropea *dhen = correre, fluire (IEW 249).
    Latino fons = fonte ('Common lat. initial d→f-shift': Pokorny).
    Lat. medioevale gen / ghen / ghion = spiaggia, sabbia ('Celtica lingua, littus, arena': Du Cange).

    Esempi:


  40. *grava.

    Radice indoeuropea ghrebh = grattare, scavare (IEW 455-456).
    Base celto-ligure *grava = burrone scosceso, letto di fiume incassato, terreno pietroso.
    Tedesco graben = scavare.
    Albanese gropë = cavità.
    Latino medioevale greva / creva / grena / gravarium / graverium / graveria / gravella / garavella = sabbia, ghiaia (Du Cange).
    Francese gravier = ghiaia.

    Esempi:


  41. *ghren[dh].

    Radice indoeuropea *ghren[dh] = tritare, terreno, sabbia, ghiaia (IEW 459).
    Inglese grind, ground.
    Latino frendere = tritare, macinare.

    Esempi:


  42. *korka.

    Base indoeuropea *korka = ghiaia (IEW 615).
    Antico indiano sarkara = ghiaia.
    Greco kroke = ciottolo.
    Base celtica *corchoc = acquitrino.

    Esempi:


  43. *laku.

    Base indoeuropea *laku = bacino d'acqua (IEW 653).
    Greco lakkos = cisterna, stagno.
    Latino lacus (da cui lacuna e *lacunula, *lacunculus, *lacucellus) = vasca, bacino, conca (anche priva di acqua), lago, laguna, stagno, palude.
    Lat. medioevale lacora / laecorus = lacus; launa = fluvii brachiolum (Du Cange).
    Occitano laus = lago.
    Dial. lona (da lacuna) = stagno.
    Sardo laccu = madia, trogolo, tino; allagarzu / allagazu / allarzu / allazu = acquitrino.

    Esempi:


  44. *lendh.

    Radice indoeuropea *lendh = acqua, sorgente (IEW 675).
    Celtico *linda / *lendu / *linio = stagno, canale.
    Lat. medioevale lentea / landia / landea / launa / linia = fossato di scolo (Du Cange).

    Esempi:


  45. *lenk.

    Radice indoeuropea *lenk = curva, incavo, avvallamento (IEW 676-677).
    Latino lanx-lancis o lancium = scodella.
    Greco lekos = scodella.
    Celtico *lanka / *lonka = valle, letto di fiume; *lonko = grotta; *longo = stagno.
    Lat. medioevale langea = pozza, stagno (Du Cange-Dief).

    Esempi:


  46. *lab.

    Radice indoeuropea *lab / *leb / *lob = scorrere giu, cadere, crollare (IEW 655-657).
    Latino labi (part. pass. lapsus) = cadere, crollare; labes = crollo; *labia = acqua irruente; *labara, *labaretum / *labareta = luogo disseminato di lastre rocciose.
    Latino medioevale lavina / labina = luogo paludoso (Du Cange).

    Esempi:


  47. *l[e]im.

    Radice indoeuropea *lei = scivoloso, melmoso (IEW 662-664).
    Latino limus = fanghiglia.
    Greco leimon = prato umido e limne = palude.

    Esempi:


  48. *le[i]r.

    Radice indoeuropea *leis = solco, cavità (IEW 671).
    Latino lira = solco; lura = sacco.
    Celtico *liro = fiume.
    Lat. medioevale lura = imboccatura di otre; lossa = vaso (Du Cange).

    Esempi:


  49. *mak[r].

    Radice indoeuropea radice indoeuropea *mak = inumidire, allagare, sommergere (IEW 698).

    Esempi:


  50. *mad.

    Radice indoeuropea *mad = umidità (IEW 694-695).
    Greco madao = sono umido, molle.
    Latino madeo = sono madido.
    Madurnus e Maturna / Matrona (attuale Marna): nomi latini di fiumi in territori celtici.

    Esempi:


  51. *mal / *mel.

    Radice indoeuropea *mel / *smel / *melƏ / *mle / *meld / *mled / *meldh / *mlei / *mli / *melƏk / *mlak / *mleu / *mlu = tritare, macinare (IEW 716-719).
    Latino molo = macino, trito.
    Celtico *malo, *melo = tritare, macinare.
    Probabile riferimento a pietrisco, ghiaia, sabbia, fango.

    Esempi:


  52. *man / *mon.

    Base indoeuropea *mâ-no / *mâ-ni = umido, bagnato (IEW 699-700).
    Latino manare = emanare, lasciar fluire.
    Base celtica *monia = acquitrino, stagno.
    Latino medioevale monale / monades = fossato (Du Cange).

    Esempi:


  53. *mar / *mor.

    Base indoeuropea *mori = distesa d'acqua: mare, stagno, palude (IEW 748).
    Latino mare.
    Protogermanico *mari = mare; Germanico Occ. *marisk.
    Latino medioevale mara / maretum / mareum / mareteus / maricium / mariscus / maragium / maresium / marresium / merrasium / maricadium / mora / mera / merra / merscum / morus = stagno; martellus / martelleria = fossato (Du Cange).
    Francese marais, Inglese marsh, mere = stagno.

    Esempi:


  54. *mas / *mus.

    Radice indoeuropea *meus / *musos = umidità, palude (IEW 741-743).
    Celtico *mosa = acquitrino.
    Slavo muza = palude.
    Mosa.
    Lat. medioevale mussa / mussula / mosses = stagno ('locus uliginosus, stagnum': Du Cange).

    Esempi:


  55. *man[dh] / *men[dh] / *min[dh].

    Radice indoeuropea *menth = bocca, mangiare (IEW 732-733).
    Latino mando = mangio.
    Celtico *minu = bocca.
    Ariminus (are+minu: presso la foce): nome latino della Marecchia e del Fiora.
    Germanico *mundha, Tedesco mund, Inglese mouth = bocca.
    Negli idronimi probabile riferimento a sbocco di fiume o di valle.

    Esempi:


  56. *merk / *merg.

    Radice indoeuropea *merk / *merg = marcire, imputridire (IEW739-740).
    Latino marceo, marcor, marcidus.
    Celtico *morga / *mora / *morba / *bracu (da *mraku) = acquitrino, palude.
    Lat. medioevale mora / mera / morus = locus palustris; bracium, bradium, braium = limus terrae; bracus / bragus / bragium = valle; burca / burga / bursa = pozza melmosa (Du Cange).
    Dial. piemontese brella / prella= prato acquitrinoso; ligure bratta = fango (Pianigiani).
    Ital. imbrattare = sporcare; marcita.
    Riferimento ad acquitrini e paludi

    Esempi:


  57. *nar / *ner.

    Radice indoeuropea *ner (IEW 766) = sommergere, cavità collegato alla radice *ner = sotto.
    Radice celtica *ner = sgorgare.
    Radice basca/ligure *narb = acqua, fiume, stagno.
    Greco neròn = acqua, naròs = scorrente, fresco.
    Narenta, fiume illirico.

    Esempi:


  58. *ne[i]k.

    Radice indoeuropea *neik / *nik = impeto, violenza, combattimento (IEW 761).
    Greco nike = vittoria.
    Celtico *Nicros = Neckar: affluente del Reno.

    Esempi:


  59. pantanum

    Radice indoeuropea *pel-ed = umido, marcio (IEW 798-801).
    Greco plados = umidità.
    Base celto-ligure *palta / *pauta / *polta / *panta / *ponta = fanghiglia.
    Latino popolare *pantanum = pantano.
    Lat. medioevale pantanum = luogo paludoso ('Pantanum, comme palus, mot répandu partout, bien qu'il apparaisse pour la première fois dans une charte de Charlemagne : it. esp. pg. pantano, rum. pantan.': Diez).

    Esempi.


  60. *pel[eu] / *p[e]lak.

    Radice indoeuropea *pel / *peleu / *pelak / *plak = versare, riempire (IEW 798-801).
    Latino repleo = riempio, plenus = pieno, pelagus = mare, palus = palude, palustris = palustre.
    Lat. medioevale peilera / peleiria / padules / padulectum = acquitrino (Du Cange);
    planca / plancua / plaketum / plachetum = fossatello ('canaliculus, per quem aqua fluvii in terras decurrit': Du Cange);
    flaco / flachia / flactra / flacteria / flaschia / flascheta = luogo fangoso ('locus coenosus, vel aquis stagnantibus oppletus': Du Cange).

    Esempi:


  61. *u[e]is.

    Radice indoeuropea *ueis = scorrere, fluire (IEW 1134).
    Latino vena (*ueisna) = vena in senso anatomico e traslato.
    Radice presente in molti idronimi europei, ad es.: Vésère, Vezouze, Weser, Vistola, Pisaurus.
    pissa nei toponimi italiani si riferisce spesso a cascate.

    Esempi:


  62. *[s]per / *[s]par.

    Radice indoeuropea *per / *pera / *pre / *preu (IEW 809-810) = spruzzare, irrorare.
    Greco speiro = spargo, spando.
    Latino spiro = soffio, emetto.

    Esempi:


  63. *pleu[d].

    Radice indoeuropea *pleu / *pleud = fluire (IEW 835-837).
    Latino pluere = piovere, pluvia = pioggia.
    Greco plados / plade = umidità, bagnato.

    Esempi:


  64. *reg / *rek.

    Radice indoeuropea *reg, *rek = pioggia, fiume (IEW 857).
    Greco raino = grondo, sgorgo.
    Latino rigare = irrigare.
    regona = acquitrino (Regona Padi presso Mantova).
    Slavo reka / rjeka / raka = fiume.
    Tedesco regen, Inglese: rain = pioggia.
    Regen: affluente del Danubio.

    Esempi:


  65. *[e]rei.

    Radice indoeuropea *erei-, *reia-, *roio- = correre, scorrere verso il basso (IEW 326-332).
    Greco rheo = fluisco, scorro.
    Latino ruo = corro, precipito.
    Celtico *renos / *reinos = torrente, fiume,
    Germanico *rinno / *runjo = corso d'acqua impetuoso; Tedesco rinnen = fluire, scorrere.

    Questa radice presente solo in Italia settentrionale è sicuramente celtica.

    Esempi:


  66. *sal.

    Radice indoeuropea *sälo (IEW 879-880) = fluttuare, ondeggiare.
    Latino salum = acqua, mare.
    Fiumi Europei: Seille, Seille, Seille, Saale, Saale, IJssel da cui probabilmente l'etnonimo Salii, etnia dei Franchi.
    Salona, antica città dell'Illiria.
    Latino medioevale salatia = acqua, mare ('Salatia, pro Salacia, voce nota Varroni et Festo, pro aquae Dea, ipsa aqua, vel mari.': Du Cange).

    Esempi:


  67. *seu.

    Radice indoeuropea *seu, sewa = liquido, pioggia (IEW 912-913) riscontrabile in Europa dall'Atlantico al Danubio, ad esempio, in Sava, Save, Severn, Seven.

    Questa radice è diffusa in tutta la penisola per cui è da attribuire anche strati preceltici.

    Esempi:


  68. *s[e]il.

    Radice indoeuropea *sei / *soi / *seil / *seim = umidità, flusso (IEW 889).

    Esempi:


  69. *sar / *ser / *sreu.

    Radice indoeuropea *ser / *sar / *sreu = scorrere (IEW 909-910 e 1003).
    Saar (Germania).
    Seriola: in Lombardia e Veneto = ruscello, fossato.

    Esempi:


  70. *[s]kel.

    Radice indoeuropea *[s]kel = fendere, tagliare (IEW 923-927).
    Greco skallo / skaleuo = scavo, zappo.
    Celtico *skolt / *skola / *skalo / *skalba = fessura, buco, crepaccio.
    Lat. medioevale scaliare = dissodare (Du Cange).
    Schelda

    Esempi:


  71. *sem[t].

    Radice indoeuropea *sem[t] = sgorgare, versare (IEW 901-902).
    Greco antleo = attingo; antlos / antlia = acqua di sentina, acqua stagnante nel fondo della nave da riversare all'esterno.
    Latino hama / ama = secchio; sentina = sentina, cloaca.
    Lat. medioevale sentona / senthe = sentina; enthe = fossato ('Enthe vero, pro meatus, incile, canaliculus': Du Cange sotto voce entare).
    La radice nelle varianti *ant / *ent / *sant / *sent / *sint compare come componente di numerosi idronimi.

    Esempi:


  72. *sper / *spor.

    Radice indoeuropea *sp[h]er / *sprei[d] / *spreu[d] = precipitare, spruzzare (IEW 993-995).
    Greco speiro = spargo, spando.
    Latino spiro = soffio, emetto, sgorgo.

    Esempi:


  73. *ster[n].

    Radice indoeuropea *ster / *stera / *stre / *steru / *streu = spandere, spargere (IEW 1029-1031).
    Latino: stèrnere (part. pass. stratus) = spargere.
    Celtico: *strouo = spargere; *stour = fiume.
    Fiumi europei: Stour (G.B), Stör (D), Stör (D).

    Esempi:


  74. *tu[e]r.

    Radice indoeuropea *tur / *twer = vortice (IEW 1100-1101).
    Base germanica tweran / dweran = girare (Pianigiani).
    Celtico *tardo = flusso.
    Lat. medioevale tercus = gorgo ('vortex aquarum': Du Cange).
    Latino torrens = vorticoso; tullius = getto, zampillo.
    Spagnolo chorro = getto, spruzzo.
    Sardo turru / tzurru / ciurru = getto d'acqua, zampillo, cascata; trullio / drullio / turrio = vortice.
    Basco iturri = fonte.
    Tara, fiume del Montenegro.

    Esempi:


  75. *ta[b][h]

    Radice indoeuropea *ta / *ta / *tai / *ti / *t / *tau / *tu / *t / *tab[h] = fusione, liquefazione, inondazione (IEW 1053-1054).
    Latino tabere = grondare, liquefarsi.
    Base celtica *taio = fondere.
    Dialetti alpini tovo = canalone, frana.
    Sardo tuerra = acquitrino.

    Esempi:


  76. *tek

    Radice indoeuropea *tekw correre, fluire (IEW 1059-1060).

    Esempi:


  77. *[s]terk

    Radice indoeuropea *[s]ter / *[s]terk / *[s]trek / *[s]terg / *[s]treg = acqua sporca, acquitrino, fango (IEW 1031-1032).
    Latino stercus = sterco.
    Tedesco dreck = sporcizia.
    Sardo tirchiu / tilcia / telciulu = ruscello.

    Esempi:


  78. *tuo[u]

    Radice indoeuropea *tuo[u] / *tul = tubo (IEW 1102).
    Greco solen = tubo, canale.
    Latino tubus = tubo.
    Conduttura d'acqua, fossato.

    Esempi:


  79. *u[e]g / *u[e]k

    Radice indoeuropea *uegw / *ugw / *uks = bagnare, irrigare (IEW 1118).

    Esempi: