Odotoponimi: percorsi e vie.

Toponomastica italiana


Nel seguito i riferimenti alle radici indoeuropee rimandano a Indogermanisches etymologisches Wörterbuch di J. Pokorny, citato come IEW, in cui sono disponibili molti esempi e trascrizioni fonetiche più accurate.

Cliccando sui nomi su sfondo giallo si ottiene la rappresentazione Googlemaps del luogo corrispondente.


  1. angulus

    Radice indoeuropea *ang / *ank = curvare, rientrare, sporgere (IEW 45-47).
    Latino angulus = angolo.
    Lat. medioevale anglus / anglum / anglarium / anglare / anguerius = angolo rientrante o sporgente ('angulus sive exterior, sive interior': Du Cange).
    Può riferirsi a una porzione di territorio delimitata da confini convergenti (strade, fiumi, burroni, ecc).

    Esempi


  2. bivium

    Radice IE *duo = due (IEW 228-232).
    Latino bini = due, in coppia; bis = due volte.
    Radice IE *u̯ei / *u̯eiə / *u̯ī = dirigersi verso, volere decisamente (IEW 1123-1124).
    Latino via = via.
    Latino bivium = bivio, biforcazione della via.

    Esempi


  3. briva

    Radice indoeuropea *bhru / bhreu = trave, ponte (IEW 173).
    Base celtica *briva = passaggio, guado, ponte.
    Latino medioevale briva / bria / brica / briga = ponte ('Gallorum veterum lingua, pontem sonat': Du Cange).

    Esempi


  4. crux

    Radice IE *[s]kerk = girare, torcere (IEW 935-938).
    Latino crux = croce, strumento di tortura.
    Diminutivi crucicula, cruceola, cruciola, crucilia (Du Cange).
    Lat. medioevale crucichium = crocicchio, quadrivio (Du Cange).
    Croce può riferirsi a incrocio di strade o luogo in cui c'è un crocifisso.
    Croci su alberi o cippi indicavano un confine (cfr. Latino decus dalla lettera X = dieci).
    incrocio, crocevia = incrocio di strade.
    Sardo rughe / cruxi / ruxi = croce.

    Esempi


  5. decimus

    Radice IE *dekm = dieci (10) (IEW 191-192).
    Latino decem = dieci con ordinale decimus: riferimento a numerosità o a distanza da capoluogo o a estensione di terreno.
    Lat. medioevale decima / decena = decima parte di un territorio (terreno coltivato o pascolo; Du Cange); dena / denna = misura agraria (Du Cange).

    Esempi


  6. furca

    Radice IE *gher[k] = punta rigida (IEW 445).
    Greco cher, Latino her = riccio.
    Latino horreo = sono irsuto; hircus = capro; furca = coppia di punte rigide, forca, forcone a due punte.
    Per analogia può riferirsi a biforcazione di strada, a stretta gola montana o passo montano.
    bifurcium, trifurcium = bivio, trivio.
    Lat. medioevale fulca / fulcha / fulcus / forchia = forca, biforcazione; conforum / confurcium / confurtium / conforza = biforcazione, crocicchio, luogo di ritrovo, mercato (Du Cange).

    Esempi


  7. nonus

    Radice IE *neu̯n̥ = nove (9) (IEW 318-319).
    Latino novem = nove; ordinale nonus = nono con probabile riferimento a distanze stradali o a misure agrarie.

    Esempi


  8. octavus

    Base indoeuropea *okto = otto (8) (IEW 775).
    Base celtica *okto / *oxto = otto.
    Latino octo = otto; ordinale octavus = ottavo con riferimento a distanza da un capoluogo o alla dimensione di una superficie.

    Esempi


  9. platea

    Radice IE *plat = piatto, largo (IEW 833-834).
    Greco platùs (femm. plateia) = piatto, largo.
    Latino platea = area vasta e sgombra.
    Latino medioevale placea / placia / placium / plassa (Du Cange).
    Riferimento a via larga, piazza, cortile, mercato, piazzaforte, pianura, altopiano.
    Sardo pratza = aia campestre.

    Esempi


  10. pons

    Radice IE *pent = andare, camminare (IEW 808-809).
    Latino pons = ponte.
    Lat. medioevale pontellus /poncellus / pontesellus / pontesellum = ponticello; pontaticum / pontaicum / pontagium / pontorium: pedaggio per attraversamento di ponte (sopra o sotto); pontones = imbarcazioni per trasporto di merci (Du Cange).

    Esempi


  11. quadrivium

    Radice IE *kʷetu̯er / *kʷetuō̆r / *kʷetur / *kʷetes[o]r = quattro (IEW 643-644).
    Latino quattuor = quattro (4).
    Radice IE *u̯ei / *u̯eiə / *u̯ī = dirigersi verso, volere decisamente (IEW 1123-1124).
    Latino via = via.
    Latino quadrivium / quadruvium = quadrivio, incrocio di strade.
    Lat. medioevale quarruvium / carubium / carrubium / carubeus / carrubeolus (Du Cange).

    Esempi


  12. quartus

    Radice IE *kʷetu̯er / *kʷetuō̆r / *kʷetur / *kʷetes[o]r = quattro (IEW 643-644).
    Latino quattuor = quattro (4); ordinale quartus = quarto, spesso come quarto miglio o quarta parte di un latifondo; quaternum = gruppo di quattro, quadruplo.
    Lat. medioevale quartarium, quaterium = quarta parte; quartale / quatellus = quarta parte di iugero (Du Cange).
    It. quartiere = circoscrizione cittadina.

    Esempi


  13. quintus

    Radice IE *penkʷe = cinque (5) (IEW 808).
    Latino quinque = cinque; ordinale quintus = quinto, spesso in riferimento alla distanza in miglia da un capoluogo o a misura di superficie agraria;
    quintus decimus = quindicesimo con analoghe valenze.
    Lat. medioevale quintana / quintarius = modus agri; quintana / quintanea / quinteria = cloaca, latrina (Du Cange).

    Esempi


  14. septimus

    Radice IE septm̥ = sette (IEW 909).
    Greco eptà = sette.
    Latino septem = sette.
    Latino septimus = settimo spesso riferito alla distanza in miglia da un capoluogo.
    Lat. medioevale septarium: unità di misura annonaria o agricola.

    Esempi


  15. sextus

    Radice IE *seks = sei (6) (IEW 1044)).
    Latino sex (ord. sextus) = sei (6).
    sextus: spesso riferito a distanza in miglia da un capoluogo o posto o esposto a Sud.
    sexta (sextarius): sesta parte di un territorio.
    sextaneus = al sesto miglio.

    Esempi


  16. silex

    Radice IE *[s]kel = tagliare (IEW 923-927).
    Latino silex-silicis = selce, pietra, rupe, scoglio; siliceus = di selce, pietroso.
    Può riferirsi a rupe o macigno, a luogo sassoso o cava di selce ma più spesso a selciato, in particolare a via selciata, pavimentata con pietre.
    Lat. medioevale salicare /saligare = selciare, pavimentare (Du Cange).

    Esempi


  17. strata

    Radice IE *ster = spargere, stendere (IEW 1029-1031).
    Latino sterno (part. pass. stratus) = spargere, stendere; strata = lastricata.
    Tedesco strasse = strada.
    Indica una zona pavimentata, spesso una via di grande comunicazione.

    Esempi


  18. tertius

    Radice indoeuropea *trei = tre (IEW 1090-1092).
    Latino tres (n. tria) = tre (3); ordinale tertius = terzo spesso con riferimento a distanza in miglia da un capoluogo o alla terza parte di un territorio come suddivisione amministrativa o di proprietà. Ad esempio, i Longobardi esigevano la terza parte dei latifondi dei Romani.
    Lat. medioevale tertiator = colono con diritto alla terza parte del raccolto; tertienaria = podere condotto da un tertiator;
    ternale, tercerium, tercellum = misura agraria (Du Cange).

    Esempi


  19. tribuna

    Radice indoeuropea *trei = tre (IEW 1090-1092).
    Latino tres (n. tria) = tre (3).
    Radice indoeuropea *b[e]u / *bh[e]u = crescere, esserci (IEW 98-102) presente nel verbo greco phyo = faccio nascere, genero e nelle voci fui, futurus del Latino.
    Latino tribus = tribů: una delle tre componenti etniche originarie della popolazione di Roma; tribunus = tribuno: originariamente rappresentante di una tribů; tribunal = palco per i tribuni.
    Latino medioevale tribuna = palco, pulpito.
    Dialettale tribulina = edicola sacra nelle strade, nei crocicchi o sui valichi.

    Esempi


  20. trivium

    Radice IE *trei = tre (IEW 1090-1092).
    Latino tres = tre.
    Radice IE *u̯ei / *u̯eiə / *u̯ī = dirigersi verso, volere decisamente (IEW 1123-1124).
    Latino via = via.
    Latino trivium = trivio: biforcazione di una strada.
    Lat. medioevale trebium (Du Cange).

    Esempi


  21. via

    Radice IE *u̯ei / *u̯eiə / *u̯ī = dirigersi verso, volere decisamente (IEW 1123-1124).
    Latino via = via, in particolare strada lastricata di grande comunicazione costruita dagli antichi Romani a scopo civile o militare.
    Lat. medioevale viaticum = via, strada pubblica; viola / violus / violetus / violetum = viottolo; viale / vionagium = pedaggio (Du Cange).
    Sardo via / bia / sia (=sa via) = via.

    Esempi


  22. vie consolari

    Le vie consolari furono costruite dai Romani durante l'espansione del loro dominio sulla penisola e furono denominate con i nome del console che ne curò la costruzione.
    Molti toponimi sorti sul loro percorso, spesso come stazioni di posta, ne assunsero il nome.

    Esempi